16/11/17

The Nature that looks the world

David Diavù Vecchiato
"The Nature that looks the world"
Mural, Vitulano (BN) October 2017
Art can give back people the gaze of ‘its’ mountain where the man covered it with a gray wall

David Diavù Vecchiato
"La Natura che guarda il mondo"
Murale, Vitulano (BN) ottobre 2017
L'Arte può restituire alle persone lo sguardo della ‘loro’ montagna laddove l'uomo lo ha coperto con un muro grigio.

28/06/17

David Diavù Vecchiato "Mi'ka'El?", Castelsardo (Sardegna, Italia)


"Mi'ka'El?"
Murale. Castelsardo (Sardegna, Italia), 2017
"Mi'ka'El?" è la domanda che il Principe dei cieli Michele Arcangelo grida a Lucifero mentre lo schiaccia e lo trafigge con la spada. E significa "Chi è come Dio?".
L'arcangelo che ho dipinto - dal volto ellenistico (pre-cristiano e assai umano) - pare lo stia chiedendo alle creature del pianeta grigio e nero sul quale si innalza, e dal quale non un unico Lucifero ma varie piccole serpi si ergono meschine e feroci tra le sue gambe, credendosi pari a lui, o senz'altro migliori degli altri.
Questo murale non è un'opera religiosa e non intende esserlo, è un omaggio al talento del Maestro di Castelsardo che alla fine del 1400 dipinse il San Michele Arcangelo a cui mi sono ispirato, tavola conservata nel Museo Diocesano della Cattedrale di questo splendido paese di cui sono stato ospite.
Il volto del protagonista però non ha il gentile sguardo di un santo più o meno invasato che sta per trafiggere un demonio, è anzi emotivamente distaccato, da scultura bronzea, ed è infatti ispirato allo Spinario, il fanciullo assolutamente umano che risiede oggi ai Musei Capitolini (statua ellenistica, realizzata tra il III e il I secolo a.C.) e che si sta sfilando una spina dal piede (l'arcangelo Michele che sfida Satana viene anche identificato con la figura di Cristo, a cui invece le spine le avrebbero conficcate in testa). Un umano tra gli umani che sa dominare ciò che lo sfida.

Organizzazione Fondazione Pio Alferano e Virginia Ippolito per "I Borghi Più Belli d'Italia".
Grazie a:
Santino Carta, Valentina Ruiu, Franco Cuccureddu, Massimiliano Fiori, Giuseppe ZioRruzu Ruzzu
il Direttore artistico di "Dimorare nella Bellezza" Vittorio Sgarbi,
la Curatrice di "Dimorare nella Bellezza" Simona Capodimonti